Christina Gednalske: "Nearly There"

From 10-11-2016 To 11-08-2016

Christina Gednalske: Nearly There

October 11 - November 8, 2016

Opening: Tuesday, October 11 at 6pm

Something that is never quite, but always almostNearly There is both a marker of distance and a measure of existence. It reveals what is real and present, but not completely and not yet.

In the exhibition, the artist uses movement and placement to approach presence and identity as flexible, ever-changing concepts. The works restructure, combine, extend, multiply, and otherwise alter seemingly reliable imagery to question the relationship and solidity between body, memory, and place within a supposed reality, exploring layered, latent connections between one’s presence and everything else. The included installations examine how images, words, and movement can be used to stretch and reveal reality, in the attempt to fully represent and explore relationships to past self, family, origins, surroundings, and collective memory. In a space meant to exemplify this process, the viewer must actively participate in the same search that the works embody; to view them requires movement, constant evaluation, and an openness to uncertainty.

Christina Gednalske (SACI alum, MFA 2015) is an artist from Sioux Falls, South Dakota, living and working in Florence, Italy. Her work uses various mediums – video, movement performance, photography, painting, and writing – to examine presence through body, memory, and place. Christina received her BA in Art at Luther College in Decorah, IA, and her MFA in Studio Art from Studio Arts College International in Florence. She has shown in the United States and Italy in Florence, Cortona, and Milan.

 

Qualcosa che non è mai abbastanza, ma è sempre quasi, Nearly There è sia un indicatore di distanza sia una misura di esistenza. Rivela cosa è reale e presente ma non completamente e non ancora.

Nella mostra, l’artista usa il movimento e la posizione per affrontare la presenza e l’identità come concetti flessibili, che variano continuamente. I lavori riorganizzano, collegano, accrescono, moltiplicano e in altro modo alterano l’immaginario apparentemente affidabile, per mettere in discussione il rapporto e la compattezza fra il corpo, la memoria ed il luogo all’interno di una ipotetica realtà, analizzando le latenti connessioni stratificate tra la propria presenza e qualsiasi altra cosa.

Le installazioni prendono in considerazione come le immagini, le parole ed il movimento possono essere usati per allungare e svelare la realtà, nel tentativo di rappresentare ed esplorare pienamente il rapporto tra il se’ del passato, famiglia, origini, ambiente e memoria collettiva. In uno spazio che ha la funzione di esemplificare questo processo, lo spettatore può partecipare attivamente alla stessa ricerca che i lavori rappresentano; osservarli richiede movimento, costante valutazione ed apertura all’incertezza.

Christina Gednalske è un’artista di Sioux Falls, Sud Dakota, che vive e lavora a Firenze, Italia. Per il suo lavoro, utilizza vari mezzi di comunicazione – video, performance di movimento, fotografia, pittura e scrittura – al fine di esaminare la presenza tramite il corpo, la memoria e il luogo. Christina ha ricevuto il suo BA in Arte presso il Lutheran College di Decorah, IA, ed il suo MFA in Studio Art presso SACI (2015). Ha presentato il suo lavoro negli Stati Uniti ed in Italia a Firenze, Cortona e Milano.

www.christinagednalske.com

 

JULES MAIDOFF GALLERY
Via Sant'Egidio, 14
50122 Firenze, Italy
T/F 055 240 910

Open Monday - Friday, 9am - 7pm
Saturday and Sunday, 1 - 7pm

Admission is free

Email the SACI Gallery